Lettera a Jò

Il Sogno… 

Mio Caro… 

Nel bel mezzo dell’odio ho scoperto in me un invincibile Amore.
Nel bel mezzo delle lacrime ho scoperto in me un invincibile Sorriso.
Nel bel mezzo del caos ho scoperto in me un’invincibile Tranquillità.
Ho compreso, infine, che nel mezzo dell’inverno vi era in me un’invincibile Estate.
E ciò mi rende Felice.
Perché afferma che non importa quanto duramente il mondo mi vada contro, in me c’è qualcosa di più forte, qualcosa di migliore che mi spinge subito indietro.

Albert Camus 1947

… Io distinguo molto chiaramente in TeL’INVINCIBILE ESTATE” che tu sei per Me.

Ti ho sentito cosi tante volte dire che avresti voluto dedicarti a tempo pieno alla ricerca, Tu eternamente curioso… Tu che abbracciavi gli alberi e ti fermavi a guardare la natura in tutto il suo Essere.

Avrei voluto vederti ancora e ancora sfogliare libri… confrontarti, Tu che senza presunzione, ma con grande, umiltà lasciavi in ogni persona che incontravi una piccola grande parte di Infinito.

Ti cerco nei momenti di quotidianità… nelle locandine di un convegno… ti cerco nel confronto, quello che facevamo costantemente… 

La tua Claudia